Ultime notizie

Windows 10: data uscita, prezzi e notifica aggiornamento

 

Finalmente Microsoft ha annunciato l’uscita di Windows 10 fissata per il 29 luglio 2015 ed ha voluto ribadire che per Windows 7 ed 8 l’aggiornamento sarà gratuito se effettuato entro il primo anno.

Infatti dal 1 giugno tutti i possessori di un pc con Windows 7 ed 8.1 (e con attivi gli aggiornamenti automatici) hanno visto comparire la nuova notifica “Ottieni Windows 10”.

win10_prompt01

La schermata in realtà consente di prenotarsi per ricevere l’aggiornamento non appena sarà disponibile; al momento dell’uscita l’aggiornamento effettuerà automaticamente la migrazione del proprio Sistema Operativo a Windows 10.

.

Prezzi ufficiali e versioni

.

Windows 10 sarà disponibile in diverse versioni e grazie alla tabella sottostante fornita da Microsoft, possiamo già sapere a quale verrà aggiornato il nostro vecchio Sistema operativo.

 

versioni win10

.

Windows 10 Home costerà 119 dollari mentre Windows 10 Professional 199 dollari; il passaggio da Windows 10 Home a Windows 10 Pro costerà invece 99 dollari.

.

Requisiti di sistema

.

  • Sistema operativo più recente: Assicurati di disporre della versione più recente del tuo sistema, Windows 7 SP1 o Windows 8.1 Update.
  • Processore: 1 gigahertz (GHz) o superiore oppure SOC
  • RAM: 1 gigabyte (GB) per sistemi a 32-bit o 2 GB per sistemi a 64 bit
  • Spazio su disco rigido: 16 GB per sistemi a 32 bit, 20 GB per sistemi a 64 bit
  • Scheda video: DirectX 9 o versioni successive con driver WDDM 1.0
  • Schermo: 1024×600

.

Attenzione alle note importanti fornite da Microsoft

.

  • Oltre che dalla conformità alle specifiche minime di sistema per Windows 10, l’effettiva possibilità di aggiornare un dispositivo dipende da fattori quali il supporto di driver e firmware, la compatibilità delle applicazioni e le funzionalità supportate.
  • Durante l’aggiornamento verrà eseguita la migrazione di applicazioni, file e impostazioni. È tuttavia possibile che alcune applicazioni o impostazioni non vengano trasferite.
    • Per quanto riguarda le applicazioni antivirus e antimalware, durante l’aggiornamento di Windows verrà verificata la validità del relativo abbonamento. L’applicazione verrà disinstallata ma ne verranno mantenute le impostazioni. Al termine dell’aggiornamento, verrà installata la versione più recente disponibile con le impostazioni configurate prima dell’aggiornamento. Se l’abbonamento non è valido, verrà abilitato Windows Defender.
    • Alcune applicazioni fornite dagli OEM potrebbero essere rimosse prima dell’aggiornamento.
    • L’app “Aggiornamento a Windows 10” analizza alcune applicazioni di terze parti per verificarne la compatibilità. Se vengono rilevati problemi noti che potrebbero impedire l’aggiornamento, verrà visualizzata una notifica con l’elenco delle applicazioni in questione. Potrai quindi scegliere di accettare la rimozione delle applicazioni dal sistema prima dell’aggiornamento. Accertati di copiare l’elenco prima di confermare la rimozione delle applicazioni.

.

Le nostre raccomandazioni

.

Vogliamo ricordare che l’aggiornamento automatico a Windows 10 è sicuramente comodo, ma anche pericoloso; va fatto in autonomia solo se si è consapevoli di cosa si sta facendo e se si conoscono a pieno tutti i programmi e dispositivi installati nel proprio pc.

Infatti, come ribadito anche da Microsoft, l’aggiornamento potrebbe cancellare applicazioni non compatibili o dispositivi collegati al pc potrebbero smettere di funzionare a causa dell’incompatibilità con Windows 10.

Quindi occorre avere molta cautela nel lanciare l’aggiornamento, altrimenti il rischio è di ritrovarsi poi con un sistema non funzionante e tornare indietro al vecchio Sistema Operativo potrebbe essere difficoltoso.

 

Lascia un commento